Cascina Vastamiglio

Stradale Poirino 111 - Pinerolo (TO)
Ci presentiamo

La Cascina vede le sue origini della propria storia intorno al 1670. Inizialmente assolve la funzione di rifornire le caserme della zona: un compito che decade nel momento in cui la proprietà viene affidata agli enti locali (Cottolengo).

È il sogno della famiglia Pampiglione integrare la cascina in un programma che vede la valorizzazione dell'agricoltura locale e della pianura pinerolese. Questa volontà si è tradotta nel destinare il terreno alla coltivazione perché è fertile, non necessita di trattamenti chimici e si presta ad accogliere i piccoli frutti grazie alla sua naturale acidità; la scelta è stata la coltivazione del mirtillo, in particolare nella qualità Duke del nord America, variante nota per essere più dolce e più grande rispetto alle altre.


La Cascina ha sposato la pratica dell'agricoltura integrata, che prevede di ridurre al minimo l'utilizzo di concimi chimici di sintesi e che hanno un impatto sull'ambiente e sulla salute dei consumatori, tutto ciò nel pieno rispetto del territorio.  Si taglia l’erba a filari alterni per assicurarsi che gli insetti prosperino tra gli steli, piuttosto che sulle piante: questo permette di evitare il ricorso ad agenti chimici. Si scelgono nutrimenti naturali, principalmente a base di barbabietola, e, dove necessario, del potassio per addolcire.


L' Azienda è ben organizzata e si avvale, per ampliare l'assortimento, della collaborazione di altre Aziende, locali o italiane, che lavorano secondo i suoi criteri di qualità. Si tratta di piccoli produttori, ciascuno impegnato nella produzione di ortaggi, frutta, cereali e la loro trasformazione, con particolare sensibilità ai prodotti del territorio circostante. Alcune di queste l'Azienda Agricola il Farro, L' Azienda Agricola "La Giasena", Biscottificio Primo Pan  e La Biscotteria Bagnolese.

Video